Un presepe di cartone

 

img-20161219-wa0000

UN PRESEPE DI CARTONE

 

Per chi dice che non c’è…

Ai bambini basta un presepe di cartone

luce  che non possiamo spegnere

accolta con semplicità

si riaccende

in quei piccoli cuori.

 

Ed è ancora Natale!

 

 

Il presepe “di cartone” è stato realizzato da bambini di classi prime di una scuola primaria. Sono stati utilizzati cartoni rivestiti con della carta igienica, bagnata poi con vinavil diluito mescolato con acqua e colori a tempera. L’idea era quella di realizzare una grotta che potesse far pensare alle famose e bellissime “Grotte di Frasassi”, ma al di là dell’obiettivo i bambini al lavoro erano più che soddisfatti, anzi proprio entusiasti dell’opera. La natività sullo sfondo è invece un’opera pittorica dei bambini delle classi quarte, guidati dalla creatività della loro bravissima insegnante.

Questo per dire che al di là del valore delle opere, ai bambini basta poco per divertirsi e per vivere positivamente lo stare insieme che è alla base del Natale!

Autore: opinioniweb - Roberto Nicolini

Sono un insegnante di religione di scuola primaria dal 1996. Nonostante tutto il dato di "fede" non ha mai prevalso sulla ricerca della verità. Del resto è l'unica cosa che al di là dei limiti oggettivi della nostra vita ci rende effettivamente liberi e quindi ci avvicina a Dio, in qualunque modo Esso si manifesti!

1 commento su “Un presepe di cartone”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Il mio ''branding''

Unicità, differenze ed evidenze!

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

in montagna di lunedì

foto ed esperienze a spasso per le sole montagne modenesi (o quasi)

MARIANNAPUNTOG

Una volta tanto tempo fa, vi era una piccola scugnizza, danzatrice su fili elettrici, adesso vi sono solo terre lontane da raggiungere in Porsche Carrera, cappotta scoperchiata, niente stereo alto, niente sigarette nel cruscotto, niente lattine verdi smeraldo dietro a tintinnare, niente ripensamenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: