Un mondo senza Essere

onde.jpg

L’onirico sogno

produce

la miseria della vita.

Nel nostro essere ci sono sogni

pieni di amorevoli bisogni

illusioni senza doni

sono quello

che vogliamo sapere su di noi

in questo mondo

con sogni senza Essere.

Ma come trovare una dimora

in questo giorno senza fine,

senza appoggi, senza confine?

C’infrangiamo come onde

sull’esistenza dura e spietata,

non accettiamo

neanche l’inizio di ciò che siamo

sofferenza per causa dell’esperienza

di crescere in sé stessi.

Si rimarrebbe desolati e folgorati

dall’evidenza del nulla

dell’attualità in cui esistiamo ora

e a cui ci attacchiamo.

Faremmo di tutto per non perdere

il nostro caro nulla,

ma c’è altra soluzione?

Non ci resta che esistere

e continuare a fluire

come sabbia al vento.

* Ho ripubblicato QUESTA mia vecchia poesia perché ritengo sia in continuità con il post precedente “Quel serpente…”. Un mondo senza Essere, illusioni senza doni… ciò è quello che l’umanità ha creato nei secoli nel suo ruolo di pura esistenza senza fondamento in sé stessa. La scelta è sempre fra l’Essere e il Nulla, un limite invalicabile, sconfinato, addirittura inconcepibile eppure è ad esso che l’uomo si rivolge quando prevale la paura. Di cosa abbiamo paura? Forse di continuare ad esistere SOLI senza mai ESSERE, scegliendo quello che possiamo chiamare “peccato mortale”: attaccarsi al nostro caro nulla non può che continuare a farci cadere nel baratro senza fine dell’esistenza senza Essere! Ma forse ci sarà una nuova luce…

19 pensieri su “Un mondo senza Essere

    • Un’ottima riflessione che condivido! Nullità ed Essere sono evidentemente le due categorie di appartenenza della nostra progenie. Diciamo che fra i tanti miliardi di umani viventi, la Nullità è palesemente prevalente; Essere è marcatamente minoritario e poi una miriade di sottospecie che predilige l’ “Apparire”, che poi finisce in oblio: è solo questione di tempo!
      C’è una mancanza preoccupante di valori, una violenza inaudita che spesso degenera in ferocia. Questa sottospecie della Nullità è palesemente in forte crescita esponenziale.
      Un saluto e buone prossime Feste! Franco

      Liked by 2 people

      • Condivido in toto la tua riflessione, quando scrissi la poesia non credo sapessi bene di cosa parlasse, come mi accadeva in quegli anni uscì così e oggi un senso nella mia vita e nella società che ci circonda lo vedo eccome. Grazie e ricambio anch’io gli auguri di buon Natale, sperando che l’anno nuovo porti a tutti noi un cambiamento positivo. Ciao e a presto

        Liked by 1 persona

  1. condannàti all’esistenza! una piacevole condanna!
    certo, il pericolo di vivere sciupandoci, di vivere senza esser-ci
    è il grande rischio che ci accompagna da che uomo è nato!
    fai bene a chiamarlo Peccato Originale…
    si avvicina molto a quello che dovrebbe essere: spreco di possibilità di essere come Lui ci ha creati!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...