Manto soffice

IMG_20180226_100709

Ancora sulla Speranza, poche parole, forse banali. Nella poesia sotto uno stato d’animo, di sconforto a volte, ma anche di luce…

Due essenzialmente sono i segni che ci permettono  di aprirci alla Speranza: il primo riguarda la dignità umana, essa va perseguita costantemente nella società attraverso il riconoscimento della libertà (in ogni sua forma) insieme alla promozione di ognuno. Il secondo segno è la giustizia senza la quale non si può parlare di equità o dignità umana.Sappiamo bene quanto l’uomo nella storia abbia negato questi principi, pur avendoli teorizzati e in modo spesso marginale concretizzati in delle forme di governo.

Ma essi sono presenti nella coscienza dell’umanità e possono trovare una sintesi teologica nella Rivelazione dell’amore di Dio da cui discendono tutte le altre forme di amore. E attraverso l’Amore il creato, la storia e la stessa umanità devono trovare compimento. Perciò è neccessario per i credenti lasciarsi guidare dalla fede, vivere il presente con lo sguardo rivolto al futuro impegnandosi concretamente nella realizzazione di questi principi nella vita reale e nella società, opponendosi con fermezza ai modelli distorti di falsa giustizia che  negano appunto lavoro e vita dignitosa alle persone, ristorati nei momenti di sconforto da un rifugio interiore, dove c’è posto per tutti e dove tutti possono entrare per condividere l’esigenza di giustizia e dignità…

Giornata cupa questa.

Un vento freddo e pungente mi fa rabbrividire.

All’improvviso inizia a piovere,

sembra quasi neve

acqua gelida destinata a trasmettere

sensazioni di morte.

E’ così che ci sentiamo

quando siamo soli

e manca la speranza.

Ma anche la neve può portare la vita,

trasformandosi in un manto caldo e soffice

che protegge i germogli

e li tiene al sicuro.

Forse anche per noi c’è un caldo rifugio.

Certo a volte c’è tempesta

e il freddo prevale…

Continuiamo a sperare

affinché ognuno possa trovare trovare

un caldo rifugio.

 

46 pensieri su “Manto soffice

  1. sono ateo ma rispetto la tua fede, penso che l’uomo debba stare bene con se stesso. Il concetto di libertà è aleatorio, la mia finisce dove inizia la tua, chi traccia la linea di confine. Gli uomini hanno principalmente bisogno di rispettarsi, di vivere il rispetto come valore base, fondamentale, non c’è bisogno di amore, c’è bisogno di rispetto

    Liked by 1 persona

    • Condivido ciò che dici, io comunque non distinguo fra atei e credenti ma fra persone aperte e bigotte ( dogmatiche): un ateo che fa delle sue convinzioni un dogma con cui giudica e pretende di avere la verità in tasca è un bigotto dogmatico al pari del credente che non vede al di là del proprio naso! Io sono corroso dal dubbio in ogni istante e situazione, ma d’altro canto era proprio Agostino che diceva che “il dubbio è il motore della fede”! In realtà l’unica cosa che distingue il credente dal non credente è forse l’esigenza interiore di continuare a credere nonostante tutto… Grazie per il commento e per il rispetto che mostri nelle tue parole. A presto

      Liked by 1 persona

  2. Wouah quelle neige

    Bonjour ou Bonsoir mes amies , amis

    J’aime venir parfumer ton joli blog
    Avec un parfum qui vient du cœur
    Mon plus beau parfum de l’amitié
    Pour embellir notre vie
    Ce parfum qui fait mon bonheur
    Je te l’offre avec mon coeur
    En te souhaitant une excellente journée ou soirée

    Avec un champ de Roses parfumés

    Gros Bisous

    Bernard

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...