Estate, il declino della luce

Le stagioni della vita

Oggi alle 12 e 7 minuti il sole raggiungerà il suo culmine, la luce del crepuscolo, dopo il tramonto, sembrerà non finire mai e l’estate scandirà le nostre giornate con la sua forza e il suo calore. Ma la luce, in realtà, inizierà sin da subito a declinare e tramonti sempre più precoci ci metteranno di fronte al cambiamento preparandoci alla nuova stagione. Perché se è vero che non sono più il caldo o il freddo a definire le stagioni, è altrettanto vero che la luce le segna inesorabilmente.

Questo ciclo è la nostra stessa vita, nel singolo la pienezza dell’estate è la forza e la saggezza della raggiunta maturità; ma l’umanità ugualmente è in cammino, verso che cosa? Quali stagioni segnano la contemporaneità? Siamo nati ieri geologicamente parlando, ma come coscienze racchiudiamo l’universo intero e non basta…

Come singolo, goccia in caduta libera verso la Terra, sono anch’io nel pieno dell’estate, vivo in me il declino della luce, anche se i segni sono ancora frutti maturi da gustare che tengono lontani i rigori dell’inverno e l’ombra, che i precoci tramonti allungheranno presto sulla mia vita.

Ma nel contesto più ampio dell’umanità e della sua storia plurimillenaria, che senso ha parlare di luci e di ombre, di stagioni presenti e passate, di ingiustizie o gioie o paure? La vita si ricompone sempre e chiude il cerchio. L’umanità non dice IO, avanza nella storia macinando vite come fuscelli strappati dal vento e avanza prendendo coscienza di sé stessa.

Quindi io, aspetto il mio destino invocando il diritto di esistere e continuare ad esserci, attraversando ogni stagione della vita; e di questo ciclo continuerò a far parte insieme al flusso dell’umanità intera… niente andrà perduto se la Luce segnerà i nostri nomi, come tracce indelebili in un cammino che si realizza solo nell’Amore verso tutto e tutti, chiamandoci per nome e tenendoci per mano.

E quando l’ombra coprirà il mio cammino, ti prego, non lasciarmi solo!

24 pensieri su “Estate, il declino della luce

  1. l’arco della vita è come le stagioni che si susseguono durante l’anno, siamo a ferragosto e già natale è all’orizzonte. La giovinezza è un soffio, ma il viale del tramonto spesso è lungo e doloroso, tuttavia vorremmo percorrerlo senza voltarci indietro. Ciao!

    Piace a 1 persona

  2. >So I wait for my destiny invoking the right to exist and continue to be there, going through every season of life; and of this cycle I will continue to be part with the flow of all humanity …

    I think so ,to…:D

    Piace a 1 persona

  3. Andare avanti sempre e con coraggio senza guardarsi indietro. Se lo si fa è tentennare. La vita prosegue sempre, dobbiamo seguirla e non guardare a chi eravamo. Oggi siamo e il nostro ” saremo” sarà sempre estate, se guarderemo avanti, in positivo. Ciao Roberto. Un abbraccio. Isabella

    Piace a 1 persona

  4. Quando acolhem o verão do outro lado do Atlântico, aqui acolhemos o inverno…e vice-versa…o ciclo também se faz ao mesmo tempo, na medida, em que não estamos sós neste formato esférico do planeta que ora habitamos…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...