Categorie
Poesie

Riflessioni su l’I Ching, il libro dei mutamenti!

stone-3311113_1920.jpg

Difficile strada! Difficile strada!

Fra tanti tralci, quale tenere?

Nel gran vento, tra le onde sconvolte

quando tempo sarà

alzerò la mia vela diritta alle nubi

passerò al vasto mare.


 

Nascondo il pianto

è inutile fare domande.

Nel mondo cosa è sicuro?

Mi accora in quest’addio

il giorno di ieri

che non si poteva fermare.

Mi turba il cuore nell’addio

il giorno di oggi

che troppo fa male.

*Tratte dal’I Ching, il libro dei mutamenti

Jung, il celebre psicanalista, studiò il testo antichissimo dell’ I Ching formulando poi la teoria della sincroniticità! Affermò che “tutto ciò che accade in un dato momento è conseguenza dell’intera situazione universale che prevale in quel momento stesso!” L‘I Ching è un libro “cosmico”, che racchiude in sé la verità delle cose e rende possibile a chi lo consulta individuare la situazione sincronica in cui si trova! Meccanismi sincronici e non causali, cioè meccanismi legati al piano spirituale e non a quello materiale. Un’intuizione, un atto d’intelligenza sono forse fenomeni di sincroniticità? Sono cioè doni che attingono al mondo sottile dell’immateriale portandoli nella nostra dimensione materiale? Forse lì, in questi mondi sottili, sta l’origine delle cause materiali, ciò che fa muovere il mondo fisico caricandolo di energia. Energia che ha qui effetti positivi o negativi e forse l’utilità dell’I Ching e dei suoi esagrammi e saperci indicare il punto sincronico in cui si colloca la nostra vita. Aiutarci quindi a intuire, a dirigerci verso una direzione per sbrogliare una situazione complicata e difficile. Un libro quindi che racchiude l’intera vita, costruito con una saggezza millenaria in grado di vedere le infinite combinazioni del destino!

Di opinioniweb - Roberto Nicolini

Sono un insegnante di religione di scuola primaria dal 1996. Nonostante tutto il dato di "fede" non ha mai prevalso sulla ricerca della verità. Del resto è l'unica cosa che al di là dei limiti oggettivi della nostra vita ci rende effettivamente liberi e quindi ci avvicina a Dio, in qualunque modo Esso si manifesti!

51 risposte su “Riflessioni su l’I Ching, il libro dei mutamenti!”

C’è chi vive in una dimensione temporale, come noi in questo momento, e chi vive in una dimensione dove il tempo non è più un limite e il tutto è sullo stesso piano. Questa capacità di vedere il Tutto non limita incalcun modo la libertà. Sincronico infatti non è in alcun modo collegato da nessi causali materiali. È come mettere due orologi sulla stessa ora, andranno avanti insieme…l’I Ching è l’orologio su cui è possibile tarare la propria situazione del momento, guidati poi in una precisa direzione

Piace a 4 people

Si è proprio così. La Carta natale è uno scrigno di conoscenza, un luogo in cui ritrovarsi e riconoscersi, soprattutto per quanto mi riguarda dal punto di vista dell’anima e del cammino che ognuno di noi ha scelto di compiere su questa terra.
Una buona giornata a te Roberto e grazie per i tuoi articoli sempre attenti a ciò che è al di la delle cose per come ci appaiono.
🙂

Piace a 1 persona

Credo che l I-Ching sia la massima espressione della lettura del destino perlomeno dal punto di vista spirituale e olistico. L’essenza dell’ I-Ching è racchiusa nei simboli dove il destino è sicuramente tirato in causa da queste letture divinatorie.

Piace a 2 people

Bella la definizione “disposizione randomica”, anche se paradossalmente nel gioco infinito delle libertà potremmo dire che il caso non esiste! Proprio perché la volontà umana è in grado di interrompere i nessi causali del mondo fisico generandone altri, essa attraverso l’I Ching può forse vedere il dipanarsi delle strade e possibilità che ha di fronte preferendone una su tante. Quindi nel mare del possibile: ” Difficile strada! Difficile strada! Tra tanti tralci quali tenere?” Grazie per il commento

Piace a 3 people

…​e pur si muove..
ed io con essa..
non mi attendo
nelle mie possibilità ovviamente.
…​so qual è la strada giusta per me
perché so, dove voglio andare.
ho perso tante guerre ma ne ho vinte altrettante
ho dato e ho preso
ho vinto e poi perso

Piace a 2 people

Je viens sur la pointe des pieds te déposer un café

Que ce soit après un doux réveil ou après un bon repas
Il est d’un gout
Au doux breuvage légèrement corsé et fruité
Pour bien commencer en douceur ta journée ou autre
IL réchauffera ton cœur
Sous sa douce chaleur dans ces subtils arômes
De mon café s’échappe une petite fumée aux milles et une douce saveurs parfumées
Pour un doux réveil après une douce nuit ou après une moment de repos
Que les arômes de ce doux café
Viennent en ta demeure s’évaporer
Pour y laisser ces douces notes parfumées en embaumant ta demeure
Bonne journée à toi que j’apprécie sincèrement
Que tu vives avec tes proches de délicieux moments

Bisous , Bernard

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...