La riffa di Stato

Photo by Anete Lusina on Pexels.com

https://it.businessinsider.com/cashback-lotteria-degli-scontrini-e-la-giungla-di-app-da-scaricare-per-non-perdere-centinaia-di-euro/

Non c’è niente di più semplice e trasparente del contante. Permette ad ogni cittadino onesto di gestire la propria vita senza dipendere da moneta elettronica gestita da banche e software informatici in grado di supervisionare ogni nostro passo e soprattutto possono in ogni momento essere i veri padroni dei nostri soldi e di conseguenza delle nostre vite. Personalmente uso molto anche le carte bancomat o di credito, come tutte le cose hanno pro e contro, ma in nessun caso baratterei un servizio offerto da privati con un mezzo “fisico” che lo Stato afferma essere una “valuta a corso legale” sempre e comunque spendibile. Lo sapevate che in Svezia, paradiso del cashless, lo Stato è stato costretto a distribuire un opuscolo (nel 2019) per invitare i cittadini a tenere delle scorte di contanti in casa? Hanno semplicemente il terrore che un’emergenza di tipo informatico o altro possa far collassare il sistema digitale nazionale con danni irreparabili! Pippo nei fumetti diceva che una discesa vista dall’basso sembra tanto una salita, idem direi succede come un apparente progresso: visto col senno di poi da chi lo ha applicato senza rifletterci troppo sembra tanto un regresso (verso il baratro)!!!

Ma poi c’è lo sTATO (con la s minuscola) con un premier che da bravo venditore di pentole (senza coperchi) sponsorizza sto bel sistema, lotterie e amenità varie e avariate. CONTATI ZERO PER AVERE MENO NERO! Peccato che NERO è solo il futuro di una nazione governata da gente capace di tutto ma incapace di far bene qualsiasi cosa. E senza un briciolo di dignità, purtroppo.

Le grandi multinazionali non fanno certo affari con i contanti, esse usano l’elusione fiscale legalizzata e l’evasione reale attraverso meccanismi di scatole cinesi e paradisi fiscali. Ma noi invece cosa ci guadagnano dall’incentivare questo sistema? Pensateci, il segnale che manderemo facendo fallire la lotterie degli “strozzini finanziari” che tanto bramano per cancellare il contante potrebbe essere più importante di ciò che si possa immaginare! Non caschiamo in questa trappola

Autore: opinioniweb - Roberto Nicolini

Sono un insegnante di religione di scuola primaria dal 1996. Nonostante tutto il dato di "fede" non ha mai prevalso sulla ricerca della verità. Del resto è l'unica cosa che al di là dei limiti oggettivi della nostra vita ci rende effettivamente liberi e quindi ci avvicina a Dio, in qualunque modo Esso si manifesti!

7 pensieri riguardo “La riffa di Stato”

    1. Giustissimo, fra l’altro è chiaro che non è possibile abolire il contante (e gli svedesi ne sono un esempio). Quindi dobbiamo domandarci a che serve continuare a forzare la mano addirittura “vendendosi” senza vergogna all’interno di comunicazioni istituzionali che fra l’altro avrebbero dovuto avere tutt’altro scopo? Quello che a me preoccupa è l’impressione sempre più netta di essere in mano a persone totalmente manovrate (e ciò vale anche per un eventuale governo alternativo di pseudo opposizione purtroppo)

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Il mio ''branding''

Unicità, differenze ed evidenze!

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

in montagna di lunedì

foto ed esperienze a spasso per le sole montagne modenesi (o quasi)

MARIANNAPUNTOG

Una volta tanto tempo fa, vi era una piccola scugnizza, danzatrice su fili elettrici, adesso vi sono solo terre lontane da raggiungere in Porsche Carrera, cappotta scoperchiata, niente stereo alto, niente sigarette nel cruscotto, niente lattine verdi smeraldo dietro a tintinnare, niente ripensamenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: