Categorie
Attualità

Non mi fido del vaccino

Tratto da https://www.aifa.gov.it/documents/20142/1279946/FAQ-Vaccinazione_anti_COVID-19_con_vaccino_Pfizer.pdf/ea9099cd-c71c-d443-e447-6da60137da37

<<Sebbene sia plausibile che la vaccinazione protegga dall’infezione,…>>

Plausibile non significa certo, quindi attualmente pensare ad un’ obbligatorietà del vaccino Pfizer sembrerebbe alquanto inopportuno! Leggete con attenzione sul sito dell’AIFA le FAQ sul vaccino Pfiezer e poi fate le vostre considerazioni! Io di certezze incrollabili sulla sua efficacia nel prevenire l’infezione sinceramente non ne traggo. Il campione di persone studiato durante la sperimentazione come era composto (età, sesso, patologie pregresse…)? Visto che la malattia si sviluppa in maniera sintomatica grave su una percentuale relativamente bassa di persone, prevalentemente anziane e con patologie pregresse, esse erano presenti in modo significativo fra i volontari? Boh? Rimane forte la sensazione che la sperimentazione, perlomeno riguardo all’efficacia del vaccino nel prevenire le forme severe dell’infezione, sarà fatta ora, sul campo. Quindi è tanto più inaccettabile pensare di obbligare qualcosa di cui si presupporrebbe un’efficacia. Tutt’al più potrebbe essere un presidio fortemente consigliato nelle fasce a rischio della popolazione!

<<—inoltre, ancora non sappiamo in maniera definitiva se la vaccinazione impedisce solo la manifestazione della malattia o anche il trasmettersi dell’infezione>>

Quindi per quanto riguarda la durata dell’immunizzazione nel tempo e gli eventuali effetti collaterali a medio e lungo periodo ancora non è possibile sapere nulla di certo, neanche supposizioni. Personalmente non andrei a cercare complotti particolari sulla corsa frenetica al vaccino anti-covid, semplicemente ridimensionerei di molto la spinta mediatica alla vaccinazione universale, la “vera luce nel buio”, il “vaccinello” nato e somministrato proprio a Natale!!! Se questi annunci e quanto si vede in tivvù è scienza, beh allora stiamo freschi. Non che i governi usino nei loro annunci slogan più credibili o rassicuranti, anzi possiamo dire al di là di ogni ragionevole dubbio che hanno fatto quanto in loro potere per NON rassicurare la popolazione e tenerla costantemente sul filo del rasoio. Fare in modo che la gente si metta le catene da sola, sull’onda della paura, è il miglior modo per renderci schiavi “felici “. Ma vi lascio alla lettura delle considerazioni fatte da Stefano.

Post di Stefano:

Perché dovrei?

Questa è una epidemia mooolto strana. Le autopsie sono state ostacolate: per evitare che venissero scoperte delle cure. Nonostante ciò, le cure sono state scoperte, ma a loro volta comunque ostacolate.

I malati, i sofferenti ed i morti ci sono, ma a causa delle mancate cure e delle carenze strutturali della nostra sanità falcidiata.

I media istillano il terrore continuamente, con lo scopo evidente di pubblicizzare il vaccino. Tutto questo non è giustificato, anche perché il numero di morti annuali in Italia, dati Istat, risulta pari o inferiore a quello di qualsiasi altro anno.

Questo è un virus estremamente mutevole per cui è difficile, se non impossibile, prevenirlo col vaccino.

Questo vaccino è una vera e propria terapia genica, la prima che si sperimenterà in così ampia scala.

Questo vaccino è stato messo in produzione saltando la maggior parte delle sperimentazioni e dei controlli necessari.

Sul “bugiardino” c’è scritto che la casa farmaceutica non è responsabile per gli eventuali danni collaterali.

Questo vaccino deve essere conservato a -80 gradi!!! (???)

Questi, finora, i dati di fatto, poi ci sono i sospetti che mi vengono: con la scusa della prevenzione dal contagio vengono “sponsorizzati” tutti i sistemi di tracciamento e di controllo personale, tipo “app imuni”, tipo lotterie per incentivare l’uso della moneta elettronica, tipo microchip inseriti sottopelle (soprattutto nei paesi del nord Europa).

Non è un mistero che la tecnologia più avanzata non è mai a disposizione di tutti, lo diventa solo dopo molti anni, ma all’inizio è di esclusivo appannaggio militare, dello spionaggio o del potere. Il forno a microonde è finito sugli scaffali dopo circa 40 anni dalla sua invenzione. Si parla già da ora di nanotecnologie, di quantum dots, di transumanesimo… eccetera. Io non mi fidavo già da prima della maggior parte dei vaccini, in molti casi inutili valutando rischi e benefici. Allo stesso modo ho sempre cercato di usare i farmaci il meno possibile, per quanto non sia contrario in linea di principio.

Ma di QUESTO vaccino proprio non mi fido e non lo farò!

Di opinioniweb - Roberto Nicolini

Sono un insegnante di religione di scuola primaria dal 1996. Nonostante tutto il dato di "fede" non ha mai prevalso sulla ricerca della verità. Del resto è l'unica cosa che al di là dei limiti oggettivi della nostra vita ci rende effettivamente liberi e quindi ci avvicina a Dio, in qualunque modo Esso si manifesti!

19 risposte su “Non mi fido del vaccino”

Una delle caratteristiche di questo terzo millennio è di aver messo in discussione non solo i diritti acquisiti in secoli di lotte, ma anche la conquiste e le conoscenze della scienza. I terrapiatttisti ne sono la dimostrazione più incredibile. Per quanto riguarda i vaccini sono serviti ad eliminare malattie come il vaiolo, la poliomielite, la tubercolosi, la rosolia a altre ancora. Quindi la loro efficacia è indiscutibile e inconfutabile. Che poi qualcuno possa avere dei dubbi sul vaccino surgelato della Pfizer è del tutto normale. Tuttavia in Inghilterra hanno già vaccinato migliaia di persone e, finora si è registrato un solo caso di reazione allergica, quindi, a quanto pare, male non fa. Se poi non dovesse funzionare la Pfizer crollerebbe in poche ore come un castello di carte. Comunque ne stanno arrivando altri e magari potremo scegliere quello che ci piace di più.
Ma, forse, per gli irriducibili c’é un’altra possibilità. Stando alle anticipazioni di stampa sarebbe in fase di avanzata sperimentazione un farmaco in grado di stroncare la malattia sul nascere. Non è un vaccino, ma una pillola. Magari la prenderebbe anche Stefano. Chissà!
Ciao Roberto.

Piace a 1 persona

La Pfizer è già stata condannata in varie occasioni per avere utilizzato farmaci che hanno causando danni alle persone ma come vedi è sempre qui a salvarci! Quello che a me preoccupa è proprio il sistema che è stato messo in piedi: con la scusa dell’emergenza hanno di fatto saltato tutti i protocolli producendo in tempi brevissimi dei vaccini “sperimentali” dall’efficacia dubbia e dagli esiti poco prevedibili. Se poi oggi un medico in questo bel clima che si è creato prova anche solo a sollevare un dubbio ecco che parte la gogna mediatica e deve ringraziare il cielo se non verrà radiato. A metà degli anni 80 Sabin tenne una conferenza sui vaccini a Piacenza e rispondendo alla domanda sui vaccini per l’influenza disse che li riteneva assolutamente inutili proprio per le caratteristiche dei coronavirus e che la scienza avrebbe fatto meglio ad investire i soldi per la ricerca in cose più serie. Se oggi fosse ancora vivo chissà come la penserebbe a riguardo?

"Mi piace"

Il problema è proprio questo: davvero ognuno è libero di pensare quello che vuole a riguardo? Nel senso che io ribalterei la frittata, non ritengo accettabile che vengano “sperimentati” farmaci senza che siano prima uscite pubblicazioni scientifiche che ne certificano l’efficacia e soprattutto la sicurezza al di là di ogni ragionevole dubbio. A me non basta che le autorità del farmaco dei vari stati diano rassicurazioni generiche si presunta efficacia, non mi risulta che ciò sia mai accaduto prima.

"Mi piace"

l dibattito è importante e necessario, ma i sospetti ei dubbi non vanno usati come alibi per smentite antiscientifiche … Le domande sono valide, ma lo sarebbero ancora di più se avessimo un solo laboratorio davanti alla ricerca, il che non è il caso. Astuccio. Al contrario, abbiamo almeno 5/6 laboratori che sviluppano vaccini e ricerca, ognuno con metodi e materie prime differenti.
Inoltre, ciò che ci preoccupa di più sono le smentite di politici come Trump e Bolsonaro che influenzano eccessivamente un alto numero di persone in un moralismo pseudo-religioso, difendendo strane idee come il terraplanismo e le teorie del complotto come se il virus fosse una creazione comunista … Aff! !!

"Mi piace"

Il problema Estevam è che il dibattito sull’efficacia di questi vaccini NON esiste e anche solo sollevare il problema di una sperimentazione frettolosa e parziale significa essere indicati come complottisti o simili epiteti. In Italia viene prodotto il farmaco monoclonale che viene esportato negli USA ma attualmente è proibito in Italia. I responsabili del farmaco italiani intervistati sui motivi di tale esclusione sono stati costretti ad ammettere che il farmaco è efficace al 100% per la cura del covid soprattutto nelle prime fasi della malattia, non ha effetti collaterali ma servono comunque tempi tecnici per approvazione ed uso. Peccato che questi tempi non servano solo per vaccini di dubbia efficacia e sperimentazione frettolosa

Piace a 2 people

Mia cara, non so da quelle parti, ma qui in Brasile, abbiamo bisogno di un vaccino d’emergenza, anche con meno tempo per i test. Praticamente 200mila morti e con prospettive non favorevoli per l’inizio dell’anno da quando il presidente e il suo governo nel suo insieme, non si sono organizzati per affrontare la pandemia e ora ancor meno per un piano di vaccinazioni.
Il Brasile dovrebbe essere uno degli ultimi paesi ad iniziare l’immunizzazione e il bilancio delle vittime (in un paese con estrema disuguaglianza) dovrebbe aumentare troppo.
Secondo i dati internazionali tra i Paesi che ad oggi hanno già iniziato la vaccinazione (12/29), quasi 5 milioni di persone sono già state vaccinate e solo una decina di persone hanno avuto reazioni negative, ma, essendo state prontamente trattate e medicate per non subire gravi conseguenze. Mi sembra che sia meglio rischiare di farsi vaccinare che prendere questo virus …
Fraterno abraço, meu caro.

"Mi piace"

Capisco Estevam e non sono contrario al vaccino a prescindere. Il problema è che a differenza di molte terapie che si sono dimostrate efficaci azzerando la mortalità nei pazienti, questi vaccini non hanno nessuna certezza, anzi la nostra agenzia del farmaco afferma che chi lo fa deve mantenere il distanziamento perché può risultare comunque positivo. Inoltre i bassi numeri della sperimentazione su pazienti anziani non ne dimostra neanche l’efficacia sulle categorie più a rischio. A noi fanno firmare un consenso informato dove al punto 10 c’è scritto che non ci sono dati sugli effetti collaterali nel lungo periodo, firmando ce ne assumiamo la responsabilità. L’UE ha fatto uno scudo penale verso le case che hanno prodotto questi vaccini. Comunque speriamo che hai ragione te e che servano davvero a migliorare la situazione.

Piace a 1 persona

Sì mio amico. Siamo in un’incertezza in grado di spaventare anche Heisenberg con il suo Principio di incertezza. Tuttavia, da quello che stiamo vivendo qui in Brasile, trovo ancora più spaventoso che il governo brasiliano non abbia nemmeno acquistato fiale e siringhe per vaccinare almeno i gruppi a rischio.
Ho già perso la mia migliore amica dal lavoro quest’anno e anche suo marito se n’è andato.
Un’amica insegnante ha perso il marito all’età di 42 anni …
Uno zio ha perso suo padre che stava bene prima di essere infettato …
Questi sono casi più vicini, ma sfortunatamente, mentre il presidente qui ha stimolato e rifornito la clorochina con denaro pubblico, le persone muoiono e / o soffrono in ospedali affollati.
Mi sembra che la vaccinazione sia un male minore al momento.
Continuiamo le nostre conversazioni … impariamo insieme.
Abbraccio fraterno.

"Mi piace"

Quello che mi dici accade anche qui purtroppo. Il governo ha nominato un commissario che ha acquistato decine di milioni di euro di siringhe senza ago. Ovunque andrebbe potenziata la medicina sul territorio, gli ospedali prendono migliaia di euro per ogni paziente covid ma la gente può essere curata a casa se i medici vengono aiutati e le terapie efficaci vengono messe nei protocolli. Oggi il nostro premier ha finalmente parlato della cura prodotta in Italia con gli anticorpi monoclonali dicendo che presto verrà usata. Speriamo in meglio per il nuovo anno. Ciao e a presto

Piace a 1 persona

Credo sia importante pensare anche alle conseguenze. Perché il vaccino abbia effetto, bisogna raggiungere l’immunità di gregge, quindi più dell’80% della popolazione dovrebbe essere vaccinata. Io, proprio per le categorie a rischio, non mi sentirei di non fare la vaccinazione.
Buona giornata a tutti 🙂

"Mi piace"

Ma il problema attualmente è proprio questo: è giusto obbligare le persone a fare un vaccino che le stesse autorità sanitarie affermano non sapere se efficace nell’rbitare di prendere comunque l’infezione? C’è scritto anche nel foglio del consenso informato che chi fa il vaccino deve continuare con.le restrizioni sanitarie previste. Inoltre al punto 10 affermano di non avere dati sugli effetti a lungo termine del vaccino. Preoccupa fare passare un farmaco sperimentale per una pozione salvatrice. Speriamo venga un po’ di chiarezza e meno propaganda

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...