Filastrocca della maestra e dello scolaro

Maestra insegnami il fiore ed il frutto

“Col tempo ti insegnerò tutto!”.

Insegnami fino al profondo dei mari

“Ti insegno fino a dove tu impari!”.

Insegnami il cielo, più su che si può

“Ti insegno fino a dove io so!”.

E dove non sai?

“Da lì andiamo insieme

Maestra e scolaro, dall’albero al seme.

Insegno ed imparo, insieme perché

io insegno se imparo con te!”.

Filastrocca di Bruno Tognolini

Insegnare è imparare, nel rapporto docente e allievo si compie l’ultimo batto dell’apprendere, quello più profondo! Ma quanto questo rapporto è stato ostacolato e alterato nella scuola di oggi? Cosa rimane del piacere di apprendere, lo stesso piacere insaziabile che emerge dalle domande della filastrocca? Poco o nulla purtroppo. Gli insegnanti sono ormai appesantiti da burocrazia e ideologia educativa. Materie trasversali – come per esempio la neonata educazione civica – servono più ad omologare gli insegnamenti verso un modello sociale preconfezionato piuttosto che arricchire l’alunno di conoscenze vive da spendere nel suo cammino di vita. Se il rapporto alunno-docente viene meno la scuola diventa altro, bisognerebbe capire soprattutto cosa diventa e perché tengono tanto a distruggerne le fondamenta.

Autore: opinioniweb - Roberto Nicolini

Sono un insegnante di religione di scuola primaria dal 1996. Nonostante tutto il dato di "fede" non ha mai prevalso sulla ricerca della verità. Del resto è l'unica cosa che al di là dei limiti oggettivi della nostra vita ci rende effettivamente liberi e quindi ci avvicina a Dio, in qualunque modo Esso si manifesti!

3 pensieri riguardo “Filastrocca della maestra e dello scolaro”

  1. Per quanto riguarda “al tengono tanto a distruggere le fondamenta” a mio modesto parere mi pare più che mai chiaro che oggigiorno preferiscono avere un popolo ignorante, ciò che saranno le nuove leve un domani, poichè il popolo più è ignorante e più è manovrabile a proprio piacimento!!!

    Piace a 2 people

    1. Più che ignorante li vogliono addestrati. Pensa un attimo a quanto accaduto sui vaccini o green pass, oppure sulla crisi economica che aveva messo in discussione l’euro, o adesso con la guerra in Ucraina vedrai che chi prende posizioni aperte senza schierarsi contro Putin non avrà spazio nel dibattito. Il mondo è diviso fra bene e male, deciso a tavolino da pochi personaggi che vogliono il controllo totale delle società e quindi delle menti. In questo contesto non c’è spazio per il pensiero critico o divergente

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

.*♥**♥*★ *♥*..*♥*. BERNARD *♥**♥*★ *♥*..*♥*.

♥♥ ♥♥ MES PLUS BEAUX BISOUS D'AMITIES A VOUS ♥♥ ♥♥

Chef Kevin Ashton

Recipes, advice, reviews, travelogues & news

L'autentico Blog di Vittorio Baglioni

Pensieri, parole, opere e omissioni ......

TUTTOLANDIA

"...il posto che mi piace si chiama mondo..."

Pisane Kobiecą Duszą

Witryna Internetowa Pisana Kobiecą Duszą*** The website has a google translator

Law that attracted me!

My transition from outwardly rituals to internal mantra of sub conscious mind

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: