S-TAG-giata !!!

tubo

Una staggiata per noi di Ancona è un modo di dire che equivale a ricevere una “bastonata”, magari proprio nei denti e con la staggia, attrezzo di metallo che il muratore utilizza per livellare un pavimento o fare un intonaco! Un piacere inZomma riservato a pochi e che IO, cioè me medesimo, dopo aver ricevuto, mi accingo a mia volta a dare a bloggisti fooortunati! Il – anzi – la s-TAG-giata passatami dall’amico (!?!?) Andrea Taglio consiste nel copia-incollare il logo…

Alice Logo

 

…per poi elencare sei cose impossibili s-TAG-giando tutti i blog che vi MI ti CI pare.

Ma ecco i blogger, con Andrea sopra già incluso, che vi permetteranno di risalire in ordine inverso all’origine della s-TAG-giata:  Giancarlo Buonofiglio , redbavon    Cuorerotante  . Quest’ultima così introduce il TAG:

Ho pensato di creare un Tag con l’augurio che, come diceva . la Regina ad Alice, allenandoci giornalmente a pensare a sei cose impossibili, possiamo avere quello stimolo in più che ci aiuti a credere che le giornate, a volte, possano anche stupirci ed essere migliori delle nostre aspettative, andando al di là di ogni nostro scetticismo.”

Ecco le mie sei cose impossibili:

Un mondo dove la gente “sa di non sapere”, dove ognuno sta al suo posto sapendo che è il suo (quindi non il mio o il vostro), dove il dialogo va oltre l’IO e c’è anche un TU in ascolto, magari un NOI e per essere formali anche un LEI… Un mondo inZomma dove la gente “sa stare al mondo”!!!

Un altro-mondo che sia altro ma non troppo mondo: altrimenti vivere in uno specchio con l’altro di fronte altro non può essere che un mondo uguale all’altro e non serve aggiungere altro appunto!

Imparare la perfetta letizia che non consiste nell’avere o piuttosto nell’essere quanto semmai nell’accettare la sfiga che è sempre presente anche nel suo manifestarsi come somma ingiustizia! “C’hai ragio’ ma mo’ tel tieni”,  avrebbe detto nonna mia dopo aver somministrato un bel ceffone ai due litiganti (magari me e mia sorella) senza soffermarsi a chiedere o riflettere troppo sul perché e sul per come! Accettare dunque senza fiatare, mantenere la calma nonostante tutto! Ciò significa quindi essere oltre la felicità nella perfetta letizia (cascasse il mondo so’ felice, ciò tutto, non me serve niente, non me scalfisce, non m’incrina, un muro di felicità!!!)

Uscire dal monadismo e sentire tutto e tutti parlare, pensare, senza limiti e frontiere. Oltre Schengen verso un globalismo spirituale in cui la menzogna è trasparente e la verità una somma di opinioni che come colori di una girandola diventano bianchi annullandosi o meglio esaltandosi a vicenda. Dalla bianca trasparenza nascerebbe la fine di quanti vivono credendo nella pianificazione della propria vita e tutti sfuggiremmo ai controllori che vogliono pilotare i nostri magri destini. Ma chi sopravvivrebbe davvero alla sincerità?!?

Diventare un libro fra i libri nella biblioteca di Dio. E il Signore, accanito lettore, dona a noi creature letterarie la capacità di scrivere e riscrivere le nostre vite, magari senza carta riciclata, senza pallide copie di sé stessi o mezze scopiazzature mal riuscite nel tentativo di imitare altri!

Un mondo dove l’ASINIstra smetta di essere mancina o ambidestra e ritorni a-sinistra della storia, senza sinistri escamotage per trasformare l’olio di ricino in RIFORME e il manganello in STRUTTURALI e la crescita in una VORAGINE e la stupidità in un VALORE e l’infinito in una succursale di quest’ultima che tanto ben rappresenta il suicidio politico dell’ASINIstra!

Ora fra i blogger MERITEVOLI della s-TAG-giata ho deciso di nominare:

Ivano Landi amico blogger, che oltre ad avere un’ eccelsa capacità di scrittore, condita da approfondita cultura fumettistica e cinematografica, è riuscito nell’impresa impossibile di leggere i miei primi articoli del blog quando ancora erano sconosciuti messaggi in bottiglia nel mare del web!!!

Stupendizia che con il suo blogg è riuscita nella missione impossibile di portare l’arte e la cultura fuori dai musei, riuscendo addirittura a svelare in modo ineccepibile i misteri su Lionardo (non è Leonardo) e la sua Gioconda ben prima di altri famosi studiosi e critici d’arte.

Nati per vivere il blog di Adriana che riesce nell’impossibile impresa di far parlare l’arte attraverso i suoi protagonisti, presentandola come bellezza, originalità, espressione del Vero ma anche e soprattutto un ponte con il trascendente che porta noi esseri finiti ad assaggiare nel profondo la vita per riuscire a leggerne la continuità.

Naturalmente di  questa catena scatenata io sono l’anello debole, non so se, come e quando i miei amici blogger leggeranno e soprattutto se s-TAG-geranno, ma fa parte delle possibili possibilità della vita che le cose finiscano!

Inoltre non posso non ringraziare Andrea per avermi s-TAG-giato, alla fine mi sono divertito e di questi tempi il buonumore è cosa assai preziosa!

 

 

 

Se negano il lavoro la sovranità a chi appartiene?

Sorgente: Se negano il lavoro la sovranità a chi appartiene?

“Garantire il lavoro, non il posto fisso” in sostanza sono queste le parole con cui i neoliberisti che si sono succeduti al governo da Monti in avanti hanno garantito la cancellazione del welfare costituzionale e la precarizzazione totale del lavoro. Il lavoro è così una merce da vendere a basso costo e gli unici che festeggiano sono i grandi gruppi industriali e finanziari…

Terremoto in Nuova Zelanda: allerta tsunami!

nuova_zelanda_mappa

Un terremoto classificato di magnitudo 8.1 ha colpito la Nuova Zelanda alle ore 12:02 italiane (00:03 ora locale della zona colpita)!  Vedete i dati sul sito dell’INGV cliccando QUI ! Sulla pagina  facebook  EU storm map viene segnalato il seguente comunicato dalle autorità locali: “La gente vicino alla costa orientale della Nuova Zelanda isola del sud dovrebbe immediatamente trasferirsi in altura o nell’entroterra per quanto possibile. Ore 4.22 ora locale!!” Potete leggerlo anche andando direttamente sulla pagina facebook cliccando QUI !

L’epicentro è stato localizzato a soli 90 km da Christchurch, città colpita già nel 2010 da una scossa di magnitudo 7 e poi nel 2011 da una scossa di magnitudo 6,3 che causò molti danni e morti proprio a causa delle lesioni agli edifici causate dal sisma precedente. Attualmente anche sul sito dell’ANSA trovate queste notizie!

Breve riflessione riguardo al sisma del centro Italia: pur non potendo prevedere se ci saranno nuove scosse di entità paragonabile a quella di fine agosto o di fine ottobre 2016, possiamo almeno sapere che essendo la lunghezza delle faglie appenniniche di circa 25-30 km l’entità della magnitudo non dovrebbe mai essere superiore a 7 – 7,5. Ben diversa la situazione della Nuova Zelanda o del Giappone dove sono coinvolte faglie che arrivano anche a 100 km di lunghezza. Queste stime possono perlomeno dare ai tecnici dei dati certi per programmare una ricostruzione adeguata sui territori coinvolti, con strutture sismiche in grado di sopportare queste scosse. Che purtroppo nella storia d’Italia sono ricorrenti come possiamo leggere relativamente all’Appenino e a Norcia  Qui  !  

Oggi i mezzi e la tecnologia per mettere in sicurezza ci sono, lo dimostrano gli eventi drammatici come quello appena segnalato dove le persone convivono con terremoti ancora più spaventosi, che inevitabilmente generano danni, morti e paure, ma con conseguenze sicuramente meno drammatiche! Per parlare di ricostruzione e messa in sicurezza servono soldi, serve innanzitutto una politica espansiva di spesa sociale che QUESTO STATO in QUESTA EUROPA, come spiegato molte volte nel blog, non può assolutamente fare!

Allunga…

usa

…nei sondaggi, la Clinton! Ce lo dicono i media a reti “internazionali” unificate che oggi la Clinton “vola” nei sondaggi superando Trump! Quindi a rigor di logica domani Trump sarà il nuovo presidente americano! A rigor di logica, perché non si può pensare come attendibili sondaggi che in poche ore, ribaltano un risultato che dava in netta e costante ascesa Donald Trump. Ce lo hanno dipinto come inaffidabile, pericoloso, con idee considerate intollerabili… Ma il “politicamente corretto” non è forse quello che spinge i popoli a rinunciare alla propria identità etnica, religiosa, sessuale o ancora ad un’identità politica capace di distinguersi dal partito unico e soprattutto all’identità nazionale, in nome di un falso egualitarismo che accoglie tutti e tutto nel calderone che chiamiamo comunemente globalizzazione? In questo sistema ciò che muove la società è la disuguaglianza, dove i poveri saranno sempre più poveri e non c’è più spazio per la “classe media”, razza ormai in rapida estinzione! Se i Trump, pur con la loro inaffidabilità, possono rappresentare un freno al sistema totalitario del pensiero unico, quello appunto che cancella democrazie in nome di falsi ideali, credo che sia un rischio che valga  la pena correre. Anche in quest’Europa in cui i burocrati dettano l’agenda ai governi in nome di indiscutibli e devastanti regole di risanamento. Se appunto il cosiddetto “populismo” diventasse realtà in America, ripristinando almeno in parte un equilibrio fra popolo portatore di diritti e lobby economiche che vogliono sottomissione e obbedienza totale alle loro regole, un cambiamento a livello globale non potrà non esserci. Bene, male, guerra, pace… Questi sono temi che riguardano entrambi i candidati alla presidenza americana. Basta vedere come l’operato del “premio nobel per la pace” Obama ha di fatto aumentato la pressione militare della NATO nei confronti della Russia in modo esponenziale. Vedremo domani e soprattutto negli anni a venire…