Il grido del cuore

deserto fiore

Rimbalza

fra il compiacimento e la distruzione

negli inganni della mente;

sopravvivono in noi

personalità in conflitto

mendicanti d’amore

che si specchiano nel giudizio degli altri.

Superbo è il piacere

che riceviamo dall’approvazione,

pauroso è il vuoto percepito

nel nulla delle nostre immagini

costruzioni senza amore,

apparenze senza essere.

Coltiviamo ipotesi di vita

innaffiate da illusioni,

nutrite da orgogli tirannici

che ci ingannano con le loro adulazioni.

Dovremmo gridare a noi stessi:

Perché non mi accetti? Perché mi giudichi?

Io sono come un fiore piantato nel terreno,

sono ciò che sono,

lasciami vivere

lasciami fiorire

non calpestare i miei germogli

non soffocarmi nei grovigli della tua mente

amami

perché ti sono sempre accanto

unica Verità

in mezzo al fango delle illusioni.

40 pensieri su “Il grido del cuore

  1. mi fa pensare, prima di tutto, a quanto sia importante accorgerci di noi stessi e avere – una buona visione – della realtà, di chi siamo e di cosa siamo veramente, aldilà dei giudizi, quindi dei meriti in positivo e in negativo, c’è una natura, che possiamo imparare a cogliere, rispettare e amare, per far si che altri ci amino e imparare noi stessi ad amare, non in modo dannoso ma genuino. Mettere in circolo il nostro amore.
    Ciao Roberto, a presto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...