La cura

Ascoltavo e riascoltavo come un mantra questa canzone quando ero in ospedale ad accudire mia nonna gravemente malata. Erano i primi di maggio del 1998 e la prognosi era senza speranza: un vasto ictus emorragico. Eppure nonostante la gravità della situazione piano piano si riprese e riacquistò buona parte della sua lucidità accompagnandomi fino al mese di dicembre del 1998. E in questi ultimi mesi riuscì a farmi molti altri doni.
Far entrare in sé stessi la musica, le parole i sentimenti e le emozioni che essa comunica e come un ponte trasmetterne le vibrazioni a chi ti sta accanto e al mondo intero di cui facciamo parte. Lenire, curare, sollevare da tutte le malinconie… la cura è un dono, un dono che ognuno di noi vorrebbe avere per proteggere le persone che amiamo e dare un senso ad ogni non-senso, senza più paure ad oscurarci l’animo. Un dono che la musica, come l’arte in ogni sua forma, come la preghiera che nasce dal profondo, – tutte esperienze caratterizzate dalla purezza e dalla spontaneità – può aiutarci a ridare speranza alla nostra vita.

CLICCA QUI per ascoltare LA CURA

Franco Battiato

LA CURA

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie, dai turbamenti che oggi incontrerai per la tua via.

Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo, dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.

Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore, dalle ossessioni delle tue manie.

Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare. E guarirai da tutte le malattie, perché sei un essere speciale, ed io, avrò cura di te.

Vagavo per i campi del Tennessee (come vi ero arrivato, chissà).

Non hai fiori bianchi per me ?

Più veloci di aquile i miei sogni attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza, percorrendo assieme le vie che portano all’essenza.

Profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi, la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.

Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto. Conosco le leggi del mondo e te ne farò dono.

Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare. Ti salverò da ogni malinconia, perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te… io sì, che avrò cura di te.

17 pensieri su “La cura

  1. Non ho potuto proteggere e curare mio padre. E’ morto lo stesso, nonostante la cura. Lui amava le canzoni di Battiato. Ma la musica non salva dal tumore. Così se n’è andato e la musica è finita con lui. Ci ho messo molto tempo per riprendere a far uscire qualcosa dalla mia voce. Ancora fatico a pensare che non sia più qui. Io non credo in Dio, credo nell’energia della natura.

    Liked by 1 persona

    • Ho vissuto tante volte quest’impotenza, l’ultima è stata con mia madre. Non volevo dire che la musica salva dal male, ma aiuta a “spegnere” quella mente onnipresente che tutto vuole sapere e spiegare. Inoltre almeno nel mio caso la musica come la preghiera ha aiutato a canalizzare il dolore e mettere un ponte fra me e la persona malata che dura ancora oggi: quando sono in pace con me stesso so di non essere solo. Capita raramente ma qualsiasi cosa sia Dio e l’Amore sono in sintonia una dimensione in cui il tempo e lo spazio, quindi il divenire, hanno poco senso

      Liked by 1 persona

  2. Carissimo poeta, ti ringrazio per questo tuo emozionante scritto che mi coinvolge particolarmente.
    Perché per me, da sempre, la musica rappresenta il mio abbraccio quotidiano con il mondo e con le persone che amo e con chi amerò
    Anche ora, in questo momento, ti sto scrivendo ascoltando il mio amato Rachmaninov
    Ai miei splendidi figli, mi piace raccontare queste parole: ” Ricordatevi che siete fatti di musica…
    vera musica…La musica della Vita!”
    Un caro saluto e un augurio di un felice fine settimana
    Adriana

    Liked by 2 people

  3. Ho utilizzato questo brano, per le prime Confessioni , dei miei bambini del catechismo.
    Sembrava il sussurro di Dio che diceva “ Mi prenderò cura di te”.
    È stata emozione pure.
    Anche per i genitori.
    Buonanotte, con abbraccio.💫
    Dio vegli su te.

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...